SCUSATE L'ASSENZA
   

 

Caro Giuseppe, eccomi qui a scrivere a te ma ideologicamente a tutti gli astratti.

In questi mesi vi ho abbandonato per vari motivi, principalmente per le vicissitudini di Valerio. E' un abbandono fisico ma non mentale. Alcuni fatti della vita segnano in modo indelebile il nostro spirito, la nostra anima e il nostro fisico.

Gli sport di fatica come il ciclismo o il podismo aiutano a temprare il nostro corpo, ma soprattutto la mente. Vi scrivo questa mia solo per dirvi che siete e rimarrete nei nostri cuori, nessuno escluso. Fare i nomi di tutti mi sembrava stucchevole, da persone intelligenti, come lo sono i miei compagni di tante avventure, sanno che il nostro abbraccio va singolarmente ad ognuno di loro.

Potete stare certi che tornerĂ². TornerĂ² al vostro fianco a condividere fatica, polvere, sudore, pioggia, vento, sole, freddo, gioie, delusioni e striscioni d'arrivo.

Con infinito affetto Max Rosi e Vale

   
ritorna alla pagina iniziale